Chi siamo

AZIENDA

Aries fornisce un’impronta genetica unica per proteggere le eccellenze storiche, artistiche e produttive.

Aries s.r.l. è uno spin-off dell’Università Ca’ Foscari di Venezia fondato nel 2014 con l’obiettivo di sviluppare servizi basati sulla biologia molecolare applicata ai materiali, per la società e per l’industria.

L’idea di sviluppare sistemi per l’autenticazione basati sul DNA sintetico, premiata nella StartCup 2014, nasce dall’incontro di competenze scientifiche diverse, con l’obiettivo di realizzare sistemi anticontraffazione innovativi applicabili a beni artistici, storici e da collezione.

La forza di Aries risiede nella multidisciplinarietà del suo team di ricerca e sviluppo. Biologi, ingegneri, esperti di materiali e di conservazione di beni artistici sono impegnati costantemente nel miglioramento continuo dei servizi e nell’industrializzazione della metodica in settori come l’agroalimentare, il farmaceutico, il mercato del lusso, della moda e del design.

MISSION

La missione di Aries è proteggere le eccellenze storiche, artistiche e produttive dotando ogni bene e prodotto di un codice invisibile, unico e segreto che possa essere svelato e riconosciuto solo in presenza della corretta chiave di lettura.
Aries, grazie a servizi che si distinguono per sicurezza e flessibilità, preserva l’autenticità di opere e prodotti, favorendo le operazioni di compravendita, prestito e trasporto.

LA CONTRAFFAZIONE

La contraffazione, cioè la riproduzione di un bene allo scopo di essere riconosciuto come originale, è un fenomeno antichissimo che oggi coinvolge molteplici settori merceologici.
La commercializzazione di prodotti contraffatti incide sulla sicurezza, la salute, la memoria artistica e l’economia di un paese.

Se da un lato l’Italia rappresenta il primo paese europeo nella produzione di merci contraffatte, dall’altro sono proprio le eccellenze italiane, ammirate e commercializzate in tutto il mondo ad essere maggiormente riprodotte illegalmente, togliendo così forza al mercato del vero “made in Italy”.
Questo fenomeno ha subito un notevole incremento con i canali di distribuzione commerciale on line che si prestano facilmente alla vendita di prodotti contraffatti.